Giuseppe Italia Sindaco



Il mio nome è Giuseppe Italia
la mia casa é Sant’Antimo, le mie radici affondano in questa terra.
Ho frequentato il mio paese da sempre, sin da quando sono nato nel 1984: dalle corse sfrenate lungo Via Lava e la Piazzetta Spirito Santo, dove vivevano i miei nonni materni, alle partite di pallone con gli amici sul “campo dell’erba medica” nel quartiere San Vincenzo; dalle lunghe passeggiate su Via Roma per conoscere nuovi amici, alle curiose incursioni nel bosco di Capezza per scovare qualche volpe; dalle affascinanti camminate nel centro storico fra le sue chiese, alla voglia di libertà nella Villa comunale “Diego del Rio”; dalle elementari nel bel mezzo del quartiere popolare ex 167 ed ex 219, alle scuole medie nel centro del paese; dalla voglia di andare in America (desiderio comune a tanti giovani), alla decisione di restare nella terra di cui sono figlio per costruire qui il mio futuro, nel paese in cui mi sento a casa.
Tutto questo fino a maturare la mia fortissima passione per la politica, che in età adolescenziale mi ha visto militante di diverse associazioni e raggruppamenti sulla base degli insegnamenti di mio nonno, Ciccio, “Più sai, più vali!”.
La mia passione e l’esempio in cui mi cresceva la mia famiglia, mi ha spinto quindi a studiare, per comprendere meglio il mondo, così mentre da un lato mi formavo politicamente, dall’altro mi laureavo in giurisprudenza e diventavo avvocato.
Sono un uomo fortunato perché vivo delle mie passioni.

Nel 2012, sulla base delle riflessioni del gruppo di persone che ancora rappresento, scelsi di candidarmi a Sindaco per Sant’Antimo per dare seguito finalmente ad un progetto che inseguivamo da anni: migliorare il nostro paese a partire dal nostro contributo.
Anche oggi, nel 2017, sulla base delle stesse domande interiori, ci chiediamo “cosa possiamo fare per il nostro paese?” e scegliamo con convinzione di esprimere una nuova candidatura a Sindaco di Sant’Antimo, con un programma elettorale frutto di anni di studi e figlio di grandi proposte, con un sentimento di unione e consapevolezza contro le piaghe sociali che attanagliano la nostra terra.

Sant’Antimo era terra serena e benestante, mentre adesso è fra i paesi più poveri dell’intera provincia napoletana.
Sant’Antimo era campagna ricca di sane coltivazioni, mentre adesso è nel bel mezzo della terra dei fuochi e tutti noi ne paghiamo le conseguenze, spesso vedendo andar via amici e familiari.
Sant’Antimo era terra di artigiani, di contadini, di professionisti, di grandi lavoratori, mentre oggi è patria di disoccupazione e degrado sociale.
Contro tutte queste cose, a testimonianza dell’impegno profuso umanamente nel corso della mia vita e delle mie esperienze, per il nostro altissimo senso di democrazia, per il riscatto della giustizia sociale, per la fortissima voglia di libertà, non mi arrendo all’idea di dovermi rassegnare e lotto da sempre per cambiare questo stato di cose.
Sono una persona che viene dal basso, che sente di essere parte del popolo e lontana da tutte le oligarchie che hanno rovinato il nostro paese, pertanto sogno di tornare padroni del nostro destino ed oggi propongo ad ognuno di voi la mia candidatura a Sindaco di Sant’Antimo.
Io ci credo!

Giuseppe Italia