Sant’Antimo ha detto NO

5 Dic , 2016 Eventi,Sant'Antimo dice NO - 26 novembre 2016

Sant’Antimo ha detto NO


15203169_1219705711441538_5663916516129783090_n

Il referendum costituzionale è andato. Quei giorni si sono consumati nella risposta democratica del popolo italiano, che ha detto NO al progetto di riforma costituzionale fatto avanti dal governo Renzi. Il risultato, che ha visto il fronte del NO prevalere nettamente su quello del SI, ha travolto il leader del PD, che ha ammesso anzitempo la sconfitta e ha prontamente rassegnato le dimissioni da premier. Sono giorni concitati questi per il paese, tanto che s’è fatto necessario l’intervento di Sergio Mattarella, che ha chiesto a Matteo Renzi di “soprassedere alle dimissioni per presentarle” dopo l’approvazione della legge di Bilancio.

Al Sud, come tra i giovani, ha prevalso il NO. Ha prevalso un fitto sentimento di sfiducia, che al governo centrale non passa inosservato. A Napoli, come a Sant’Antimo, non sono mancati gli spunti di riflessione comuni per portare le ragioni dell’uno e dell’altro fronte direttamente ai cittadini che richiedevano chiarezza. Abbiamo deciso di schierarci e di fondare, tempo addietro, un comitato per il NO. Abbiamo provato (e ci siamo riusciti) a coinvolgere i cittadini.

Lo scorso 26 novembre, infatti, siamo stati lieti di ospitare per un convegno sul NO il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il professor Francesco De Martino. L’occasione è propizia per ringraziare ancora una volta chiunque abbia dedicato del suo tempo alla nostra causa. Che è un po’ di tutti, alla fin fine.

A Sant’Antimo, malgrado l’affluenza bassa (circa il 50%), il No stravince con il 72% dei voti.
Una grande vittoria per il popolo italiano. Una grande vittoria per il popolo santantimese.

Siamo fieri ed orgogliosi di aver contribuito a questo importante risultato!

Sant’Antimo ha ufficialmente detto NO.